Warning: Undefined array key "options" in /www/raffaeleiorio_819/public/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/site-logo.php on line 192
Il Fisioterapista, un professionista indispensabile per la salute e il benessere - Studio Koinè
Un fisioterapista sta eseguendo una valutazione o trattamento manuale sulla spalla di un paziente maschio in primo piano.

Condividi

Fisioterapista

Il Fisioterapista, un professionista indispensabile per la salute e il benessere

Raffaele Iorio

11/08/2023

Condividi

La fisioterapia è una branca della medicina – fondata sulle evidenze scientifiche – fondamentale e dinamica, dedicata a migliorare e mantenere la mobilità e la qualità della vita delle persone.

Nel panorama sanitario, la figura del fisioterapista riveste un ruolo cruciale.

Questi esperti sono gli alleati silenziosi che lavorano dietro le quinte, aiutando le persone a riprendere il controllo della loro vita fisica, migliorando la mobilità e riducendo il dolore.

Che tu stia recuperando da un infortunio, gestendo una malattia cronica o cercando di prevenire problemi di salute futuri, un fisioterapista può fornirti le competenze e le strategie necessarie.

Ma chi è esattamente il fisioterapista? Cosa fa nel dettaglio? Come si diventa un professionista in questo campo? E cosa si intende per fisioterapia manuale?

In questo articolo, ti porteremo nel mondo del fisioterapista, esplorando il suo ruolo, le sue competenze, il percorso formativo e l’importanza della fisioterapia manuale.

Preparati a scoprire un universo dedicato al benessere fisico e alla qualità della vita.

La figura del fisioterapista

Dal Decreto Ministero Sanità 14 settembre 1994, n.741 (in GU 9 gennaio 1995, n.6):

“…Il Fisioterapista è un professionista della Sanità in possesso del diploma di Laurea o titolo equipollente, che lavora, sia in collaborazione con il Medico e le altre professioni sanitarie, sia autonomamente, in rapporto con la persona assistita, valutando e trattando le disfunzioni presenti nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita o acquisita…”

Elabora, anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione volto all’individuazione ed al superamento del bisogno di salute del disabile…

Pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali…

Svolge attività di studio, didattica e consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze professionali. Verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale…

Opera nel settore sanitario, con un focus specifico sul benessere fisico del paziente.

Questi specialisti hanno un ruolo fondamentale nel trattamento e nella prevenzione di una serie di patologie e problemi fisici che possono compromettere la mobilità e la funzionalità quotidiana degli individui.

Dal dolore cronico alle lesioni sportive, dalla riabilitazione post-chirurgica alla gestione di condizioni neurologiche, la fisioterapia abbraccia un ampio spettro di applicazioni.

Ma chi è precisamente un fisioterapista?

Questo professionista è un laureato in fisioterapia, un corso di studi universitari che fornisce una solida base di conoscenze mediche, oltre ad un training pratico intensivo.

Per potersi laureare, il fisioterapista deve sostenere un esame di stato per ottenere l’abilitazione alla professione;  in alcuni casi, può decidere di specializzarsi in un particolare settore della fisioterapia, seguendo corsi di formazione post-laurea.

La sua conoscenza della neurofisiologia, dell’anatomia e della biomeccanica, unita a competenze pratiche come la capacità di eseguire tecniche di terapia manuale e di proporre esercizi terapeutici mirati, gli consente di valutare e trattare una vasta gamma di disfunzioni muscolo-scheletriche e neurologiche.

Ma il ruolo del fisioterapista va oltre il semplice trattamento dei sintomi.

Questi professionisti aiutano i pazienti a capire la natura dei loro problemi fisici e a prendere parte attiva nel loro percorso di cura.

Attraverso l’educazione terapeutica, i fisioterapisti forniscono ai pazienti gli strumenti necessari per gestire autonomamente i sintomi e prevenire ulteriori complicazioni, favorendo un miglioramento duraturo della qualità di vita. E’ questa combinazione di competenze tecniche e capacità di ascolto e supporto che rende la fisioterapia una professione tanto ricca e gratificante.

Cosa fa un fisioterapista?

Il fisioterapista svolge un ruolo vitale nel promuovere la salute e il benessere dei suoi pazienti, adottando un approccio globale e integrato che si concentra su tutto il corpo, anziché su una singola area problematica.

Quindi, cosa fa esattamente un fisioterapista?

Questo professionista utilizza una serie di tecniche per migliorare o ripristinare la funzionalità fisica del paziente, ridurre il dolore e prevenire infortuni futuri.

Questo approccio include terapia manuale, esercizi specifici, e consigli su stili di vita salutari.

La terapia manuale è una parte importante del lavoro di un fisioterapista.

Attraverso manipolazioni e massaggi profondi, il fisioterapista può alleviare la tensione muscolare, migliorare la circolazione e aumentare la mobilità.

Queste tecniche possono essere particolarmente utili per i pazienti che soffrono di dolori muscolo-scheletrici, come mal di schiena o dolore al collo.

Gli esercizi terapeutici, d’altra parte, sono fondamentali per rafforzare i muscoli, migliorare la flessibilità e aumentare la resistenza.

Un fisioterapista può creare un programma di esercizi personalizzato per ciascun paziente, tenendo conto delle sue specifiche esigenze e obiettivi.

L’alleanza terapeutica, un elemento chiave

L’alleanza terapeutica è un altro aspetto chiave del lavoro di un fisioterapista.

I fisioterapisti insegnano ai pazienti come gestire le loro condizioni, come evitare infortuni e come mantenere una buona salute generale.

Questo può includere consigli su come migliorare la postura, come sollevare oggetti pesanti in modo sicuro e come integrare l’attività fisica nella routine quotidiana.

Infine, ma non meno importante, il fisioterapista svolge un ruolo fondamentale nella riabilitazione.

Che si tratti di aiutare un paziente a riprendersi da un intervento chirurgico o da un trauma, o di supportare un individuo nella gestione di una condizione cronica come l’artrite o la sclerosi multipla, la fisioterapia può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di una persona.

In conclusione, il ruolo di un fisioterapista è molto più ampio di quanto si possa pensare.

Oltre ad alleviare i sintomi fisici, i fisioterapisti lavorano per migliorare la salute globale e il benessere dei loro pazienti, fornendo un supporto completo ed efficace lungo tutto il percorso di cura.

Come diventare fisioterapista

La carriera di un fisioterapista è arricchita da sfide professionali e personali.

Per entrare in questo campo, è necessario un alto livello di dedizione, impegno e una formazione specifica.

Vediamo in dettaglio quali sono i passaggi per diventare fisioterapista.

Prima di tutto, è necessario ottenere un diploma di scuola superiore.

Poi superare un esame di ammissione: pochi posti per moltissimi candidati.

Successivamente, gli aspiranti fisioterapisti devono completare un corso di laurea triennale in fisioterapia, riconosciuto a livello nazionale.

Questo corso di studi fornisce una solida base di conoscenze mediche generali, oltre a una specializzazione specifica in fisioterapia.

Durante il corso di laurea, gli studenti studiano una varietà di materie, tra cui anatomia, fisiologia, biomeccanica, patologia, neurologia e farmacologia.

Inoltre, soprattutto durante il tirocinio clinico, apprendono varie tecniche di fisioterapia, compresa la fisioterapia manuale, e acquisiscono esperienza pratica.

Per potersi laureare, gli aspiranti fisioterapisti devono superare un esame di stato per ottenere la licenza professionale.

Questo esame verifica la competenza del candidato in materia di fisioterapia e assicura che sia adeguatamente preparato per lavorare con i pazienti.

Una volta ottenuta la laurea, i fisioterapisti possono iniziare a lavorare.

Durante la propria carriera si può scegliere di specializzarsi in un particolare settore della fisioterapia, come la fisioterapia pediatrica, la fisioterapia sportiva, la fisioterapia neurologica o la fisioterapia ortopedica ecc…

In conclusione, diventare un fisioterapista è un percorso impegnativo che richiede tempo e un profondo impegno per l’apprendimento.

Tuttavia, la ricompensa è una carriera gratificante che offre l’opportunità di fare la differenza nella vita delle persone, aiutandole a migliorare la loro salute e il loro benessere.

Se sei una persona empatica, motivata e appassionata di aiutare gli altri, la carriera di fisioterapista può essere la scelta giusta per te. È un percorso di apprendimento continuo, che richiede aggiornamenti costanti per rimanere al passo con le ultime ricerche e tecniche nel campo della fisioterapia.

La fisioterapia manuale

La fisioterapia manuale è una parte specifica all’interno della fisioterapia, basato sull’uso delle mani del terapista per eseguire trattamenti sui tessuti corporei del paziente.

Questo approccio focalizza l’attenzione sull’individuazione e il trattamento di specifiche disfunzioni strutturali o meccaniche che possono limitare la mobilità e causare dolore.

La fisioterapia manuale comprende una vasta gamma di tecniche, che possono essere raggruppate in due grandi categorie: mobilizzazione/manipolazione e tecniche di rilassamento muscolare, o anche massaggio profondo o trattamento miofasciale.

Le tecniche di mobilizzazione/manipolazione implicano movimenti passivi delle articolazioni e dei tessuti molli per migliorare la flessibilità e ridurre il dolore.

Le tecniche di rilassamento muscolare, invece, si concentrano sulla diminuzione della tensione muscolare attraverso stretching e massaggio.

Vuoi saperne di più? Leggi anche questo articolo del blog.

Quali problematiche puoi gestire con la fisioterapia manuale?

La fisioterapia manuale può essere impiegata in una varietà di contesti e può aiutare a gestire una serie di condizioni, tra cui problemi muscolo-scheletrici come mal di schiena, mal di testa, dolori al collo, tallone, dolore al polso, tendinite, problemi posturali, condizioni post-chirurgiche, e molte altre.

La chiave del successo della fisioterapia manuale sta nella sua personalizzazione e integrazione: il fisioterapista sviluppa un piano di trattamento specifico per ciascun paziente, basato su un’accurata valutazione clinica e sulle specifiche esigenze e obiettivi del paziente.

Spesso, è utilizzata in combinazione con altre forme di terapia, come esercizi terapeutici, educazione posturale e modifiche dello stile di vita.

Per concludere, la fisioterapia manuale è una componente fondamentale della fisioterapia e può giocare un ruolo cruciale nel promuovere il benessere fisico, riducendo il dolore, migliorando la funzionalità e la qualità della vita dei pazienti.

Se stai considerando la fisioterapia come trattamento per un problema di salute, un fisioterapista specializzato in fisioterapia manuale è sicuramente un valido alleato nel tuo percorso verso il recupero.

La Fisioterapia Manuale dello Studio Koinè

Nell’ampio panorama dei trattamenti fisioterapici, lo Studio Koinè di Firenze si distingue per la sua specializzazione alla fisioterapia manuale.

I fisioterapisti dello Studio Koinè, tutti certificati dal Master internazionale IFOMPT in terapia manuale e riabilitazione, sono esperti nella fisioterapia manuale e hanno una profonda comprensione di come le diverse strutture del corpo interagiscono tra loro.

Utilizzando una combinazione di tecniche di manipolazione, esercizio terapeutico, stretching e mobilizzazione, essi sono in grado di affrontare una vasta gamma di problemi muscolo-scheletrici, tra cui mal di schiena, dolori articolari, lesioni sportive e molte altre condizioni.

L’obiettivo della fisioterapia manuale dello Studio Koinè non è solo alleviare il dolore, ma anche migliorare la funzionalità generale del corpo e prevenire futuri problemi di salute.

Ogni trattamento è personalizzato e ogni piano di trattamento rispecchia gli obiettivi e le priorità della persona. I trattamenti sono individuali, così come anche le sedute di palestra.

Uno degli aspetti che rende unica l’esperienza di fisioterapia manuale presso lo Studio Koinè è l’attenzione alla formazione continua.

I fisioterapisti del centro sono costantemente aggiornati sulle ultime ricerche e tecniche in ambito fisioterapico, garantendo così ai pazienti l’accesso ai trattamenti più avanzati e efficaci. Se vuoi scoprire i benefici della fisioterapia manuale, o se stai cercando un fisioterapista esperto, considera di rivolgerti allo Studio Koinè.

La figura del fisioterapista è fondamentale nel panorama sanitario.

Offre un’ampia gamma di trattamenti, tra cui la fisioterapia manuale, che può aiutare i pazienti a ridurre il dolore, migliorare la mobilità e aggiungere il massimo del loro potenziale fisico.

E questo garantisce un miglioramento globale di tutta la qualità della vita.

Sei interessato a saperne di più sul ruolo e l’importanza del fisioterapista?

Vuoi approfondire i metodi di trattamento come la fisioterapia manuale?

SCOPRI DI PIÙ nel nostro blog!

Articoli correlati

Cervicale
Raffaele Iorio
11/08/2023