Warning: Undefined array key "options" in /www/raffaeleiorio_819/public/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/site-logo.php on line 192
Riconoscere e gestire i sintomi dei dolori cervicali - Studio Koinè
Donna in maglietta bianca si tiene il collo con la mano, esprimendo disagio e indicando sintomi di dolore cervicale. La sua presa sulla parte laterale del collo suggerisce tensione e il potenziale bisogno di valutazione medica o fisioterapia per alleviare i sintomi.

Condividi

Cervicale

Riconoscere e gestire i sintomi dei dolori cervicali

Raffaele Iorio

11/08/2023

Condividi

Vivere con il dolore cervicale può essere una sfida quotidiana.

Questo dolore, spesso descritto come “mal di collo“, è una condizione molto comune che può colpire chiunque, indipendentemente dall’età o dallo stile di vita.

Si manifesta con sintomi di diversa gravità ed incide significativamente sulla qualità della vita quotidiana delle persone che ne soffrono.

I sintomi possono essere vari e complessi: si va dal semplice fastidio o rigidità del collo a sensazioni più intense di dolore acuto, talvolta accompagnate da intorpidimento, formicolio o difficoltà nei movimenti della testa e delle braccia.

In alcuni casi, il dolore cervicale può essere tale da estendersi anche ad altre parti del corpo, creando ulteriore disagio.

I motivi possono essere molteplici e spesso si intersecano, contribuendo a creare un quadro sintomatico complesso.

Tra i fattori più comuni troviamo cattive posture mantenute nel tempo (ad esempio davanti al computer o durante il sonno), l’età, i traumi, le tensioni muscolari causate da stress e ansia, e alcune condizioni mediche come l’artrosi cervicale o l’ernia del disco.

In questo articolo, esploreremo in modo più dettagliato i sintomi dei dolori cervicali, mettendo in luce le diverse cause che possono provocare questo disturbo. Il nostro obiettivo è fornirti una visione completa del problema, in modo da poter comprendere meglio la causa del tuo dolore cervicale e come gestirlo nel modo più efficace.

Cos’è il dolore cervicale e quali sono le cause?

Il dolore cervicale, conosciuto anche come mal di collo, è una problematica piuttosto diffusa che colpisce molte persone in tutte le fasce d’età.

Si tratta di un disagio che può variare in intensità, spaziando da un lieve fastidio fino a condizioni più gravi e debilitanti, limitando così la qualità della vita quotidiana.

Questo tipo di dolore si localizza nella parte posteriore del collo, tra la base del cranio e le spalle, un’area composta da sette vertebre chiamate vertebre cervicali.

Ma quali sono le cause di questo fastidioso dolore?

Esistono svariati fattori che possono generare dolore cervicale, e comprendere le cause può aiutare a individuare il miglior approccio terapeutico.

Sforzi e posture scorrette

Una delle cause più comuni del dolore cervicale è legata agli sforzi e alle posture mantenute per periodi prolungati.

Pensiamo, ad esempio, alla posizione che si mantiene davanti al computer per molte ore o al carico pesante sollevato in maniera non corretta, per alcune persone anche centinaia di volte al giorno.

Traumi

Il trauma, come quello causato da un incidente d’auto o da una caduta, può portare a dolore cervicale.

Un esempio è la cosiddetta “colpo di frusta“, quando la testa viene spinta in avanti e poi violentemente all’indietro.

Anche in assenza di lesioni, può shockare il sistema nervoso, che continuerà a “ordinare” alla muscolatura di collo e spalle di proteggere la cervicale come durante l’incidente, dando vita ad una specie di dolorosa contrattura permanente.

Condizioni degenerative

Le condizioni degenerative, come l’artrosi o la spondilosi cervicale, possono provocare dolore al collo.

Queste patologie coinvolgono un deterioramento graduale delle articolazioni e dei dischi nella colonna vertebrale.

Patologie specifiche

Alcune patologie specifiche, come l’ernia del disco cervicale o la stenosi spinale cervicale, possono causare dolore cervicale.

In questi casi, il dolore può essere accompagnato da altri sintomi, come formicolio, debolezza o intorpidimento che si irradia alle braccia o alle mani.

Stress e tensione muscolare

Infine, non dobbiamo dimenticare il ruolo dello stress.

Quando siamo stressati o ansiosi, tendiamo a contrarre i muscoli, compresi quelli del collo.

Questo può portare a tensione e dolore cervicale.

Nonostante il disagio possa essere notevole, esistono molti rimedi e terapie in grado di alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita di chi ne soffre.

Riconoscere le cause del dolore cervicale è il primo passo per identificare le strategie più efficaci per gestirlo.

Uno degli approcci più utili nel trattamento del dolore cervicale è la fisioterapia.

La fisioterapia moderna e di scientificamente provata efficacia prevede una serie di approcci diversi, tra cui terapia manuale, esercizi di stretching e di rafforzamento, tecniche di rilassamento e consigli posturali.

L’obiettivo principale di queste terapie è di alleviare il dolore, migliorare la mobilità del collo e rafforzare i muscoli, per prevenire episodi futuri.

Oltre alla fisioterapia, è importante ricordare che anche un corretto stile di vita può giocare un ruolo fondamentale nel gestire e prevenire il dolore cervicale. Mantenere un buon livello di attività fisica, assicurarsi un adeguato riposo, gestire in modo efficace lo stress, seguire una dieta equilibrata e correggere le cattive abitudini posturali può fare una grande differenza nel lungo termine.

I sintomi dei dolori cervicali

Il dolore cervicale, o cervicalgia, è un disturbo che si manifesta principalmente con sintomi al collo, ma che può avere ripercussioni su tutto il corpo, influenzando la nostra mobilità e la nostra qualità della vita.

Di seguito, vediamo nel dettaglio i sintomi più comuni associati a questa condizione.

Dolore e rigidità al collo

Questo è il sintomo più comune e può variare da un fastidio lieve a un dolore acuto.

Può essere localizzato in un punto specifico o diffuso a tutta l’area cervicale e intensificarsi con determinati movimenti o posizioni del collo.

Mal di testa

Spesso il dolore cervicale è il primo sintomo di un disturbo in questa zona. L’evoluzione del dolore cervicale può essere il mal di testa.

Cefalee, che sono causate dalla tensione dei muscoli del collo che emana i suoi effetti fin verso il capo.

Queste cefalee si manifestano tipicamente alla base del cranio e possono estendersi alla fronte o alle tempie.

Sbandamenti e nausea

Il problema cervicale può essere associato a sensazioni di testa vuota, sbandamenti, o nausea.

Questi sintomi possono essere dovuti a un’alterazione delle informazioni sensoriali che provengono dal collo e vengono inviate al cervello.

Formicolio o intorpidimento nelle braccia o nelle mani

Questo sintomo, noto anche come parestesia, può indicare che c’è una compressione che causa irritazione di una radice nervosa nel collo, ed essere accompagnato da debolezza muscolare e mancanza di sensibilità al tatto.

Difficoltà a girare o inclinare il collo

La rigidità del collo può limitare la mobilità e rendere difficile eseguire normali movimenti come girare la testa o guardare sopra la spalla.

Difficoltà a deglutire

Questo sintomo, conosciuto come disfagia, può derivare da tensione o spasmi muscolari nel collo.

Ronzio o fischio nelle orecchie

Detti tecnicamente acufeni.

Se non si tratta di un disturbo intrinseco dell’orecchio, che rimane di competenza medica, anche questo sintomo può essere collegato al dolore cervicale, in particolare se causato da problemi alle prime vertebre cervicali o all’apparato masticatorio.

Quando consultare un esperto

Ci sono alcuni segnali ai quali prestare attenzione:

  • Persistenza del dolore: Se il dolore al collo persiste per più di una settimana, è necessario un trattamento più specifico o un’indagine più approfondita delle cause.
  • Dolore intenso: Un dolore acuto e intenso, di esordio inaspettato e brusco, o un dolore che peggiora invece di migliorare, richiede un consulto.
  • Dolore che si irradia: Se il dolore si irradia alle braccia o alle mani, o è accompagnato da intorpidimento, debolezza muscolare o alterazione della sensibilità, potrebbe esserci una compressione nervosa.
  • Dolore a seguito di un trauma: Se il dolore cervicale è grave e si sviluppa dopo un infortunio o un trauma, come un colpo di frusta o una caduta, potrebbero esserci lesioni che richiedono un intervento urgente. In caso contrario, il forte dolore è segno di un forte interessamento del sistema nervoso, che sta generando dolore e tensione muscolare per proteggere la cervicale.
  • Sintomi associati preoccupanti: Se il dolore al collo è accompagnato da altri sintomi preoccupanti, come febbre alta, mal di testa intenso, vertigini, difficoltà a deglutire o a respirare, o se si hanno disturbi visivi o della parola.

Se uno o più di questi segnali sono presenti, rivolgiti ad un esperto per un consulto: la tua salute è importante e prenderti cura di te è la tua priorità.

Come gestire i dolori cervicali a casa

Ci sono alcuni accorgimenti da tenere a casa  per gestire i sintomi dei dolori cervicali.

Ecco alcuni consigli:

Riposo e modificazione delle attività: un po’ di riposo può aiutare a ridurre l’infiammazione e ad alleviare il dolore.

Tuttavia, è importante evitare periodi lunghi di inattività, che possono peggiorare la rigidità.

Modifica le tue attività quotidiane per evitare movimenti che possano aggravare il dolore.

Esercizi di stretching e rafforzamento: alcuni esercizi possono aiutare a ridurre la tensione muscolare e a migliorare la postura.

Chiedi sempre consiglio a un fisioterapista.

Cambiamenti dello stile di vita: adotta abitudini salutari come mantenere una buona postura, fare esercizio regolarmente, gestire lo stress e seguire una dieta equilibrata.

Questi cambiamenti possono contribuire a prevenire la comparsa del dolore cervicale.

Applicazione di calore o freddo: l’applicazione di una piastra riscaldante o di un impacco freddo può aiutare a alleviare il dolore e l’infiammazione.

Rimedi domestici: alcuni rimedi casalinghi, come l’uso di cuscini ergonomici o l’applicazione di oli essenziali, possono contribuire a ridurre il dolore e a migliorare il sonno.

Tecniche di rilassamento: tecniche come il respiro profondo, la meditazione o lo yoga possono aiutare a ridurre la tensione muscolare e lo stress, che sono spesso associati ai dolori cervicali.

Ricorda, questi suggerimenti possono aiutarti a gestire i sintomi, ma se il dolore persiste o peggiora, consulta un esperto.

Cosa può fare la fisioterapia manuale per i sintomi cervicali?

La fisioterapia manuale è un tipo di trattamento che può offrire un significativo sollievo dai sintomi dei dolori cervicali.

Si tratta di una serie di tecniche che il fisioterapista esegue con le mani, come massaggi profondi, trattamenti miofasciali, manipolazioni, al fine di alleviare il dolore, migliorare la mobilità e la funzionalità, e promuovere la salute generale del paziente.

Uno dei principali obiettivi della fisioterapia manuale è alleviare la tensione muscolare, che è spesso una delle cause principali del dolore cervicale.

Molte persone che soffrono di dolori cervicali hanno una postura scorretta, che può aggravare il dolore e portare ad altri problemi.

Il fisioterapista può insegnare esercizi specifici e dare consigli su come mantenere una postura corretta durante le attività quotidiane.

Un altro importante vantaggio della fisioterapia manuale è la sua capacità di migliorare la mobilità.

Molti pazienti con dolori cervicali hanno difficoltà a muovere il collo e le spalle.

Attraverso tecniche di stretching e mobilizzazione, il fisioterapista può aiutare a incrementare la flessibilità e la gamma di movimento.

Infine, la fisioterapia manuale può anche fornire sollievo dallo stress e promuovere il benessere generale.

Ricorda, però, che ogni individuo è diverso e ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un’altra.

Perciò, è fondamentale lavorare con un fisioterapista esperto, che possa sviluppare un piano di trattamento personalizzato basato sulle tue specifiche esigenze e condizioni.

Conclusioni

I dolori cervicali possono essere un problema importante; tuttavia, ci sono molte strategie che possono aiutare a gestire i sintomi e a prevenire ulteriori problemi.

La fisioterapia manuale, in particolare, può offrire un significativo sollievo e migliorare la qualità della vita di chi soffre di dolore cervicale.

Con un approccio integrato e un’attenzione alla salute globale del paziente, è possibile gestire efficacemente i sintomi e favorire un recupero più rapido.

Vuoi saperne di più sui dolori cervicali e sui sintomi?

SCOPRI DI PIÙ nel nostro blog!

Articoli correlati

Cervicale
Raffaele Iorio
11/08/2023